Reolink kit ip poe
videosorveglianza

GaraGulp! ha acquistato e testato il kit di videosorveglianza poe con NVR e HDD da 2 TB di marca Reolink; in questo video abbiamo illustrato il contenuto della confezione, spiegato come installare e configurare l’impianto e messo alla prova questo sistema di videosorveglianza.

Se anche tu sei interessato all’acquisto di un kit di videosorveglianza professionale ip POE, Reolink potrebbe essere la soluzione che fa per te! Noi ne siamo rimasti pienamente soddisfatti.

Puoi acquistare il prodotto in Amazon cliccando su questo link  o nel sito web di Reolink cliccando qui. 🎁 A tutti i nostri iscritti al canale YouTube (l’iscrizione è gratis!!) è stato riservato un codice sconto del 5% per tutti i prodotti acquistati nel sito web https://reolink.com/ : ytb5offgara

Abbiamo un kit professionale ip poe di marca Reolink, un top di gamma. Nel video ho cercato di essere molto semplice nella spiegazione, in modo da risultare chiaro a chiunque voglia installare un impianto di videosorveglianza con il fai da te. Sono stato al tempo stesso molto dettagliato nella spiegazione, per presentare al meglio il prodotto anche agli esperti. Questo vuole essere un video introduttivo, in cui intendo descrivere appieno le caratteristiche di questo kit. Seguiranno ulteriori video esplicativi più dettagliati per specifiche funzioni, come la possibilità di salvare un backup dei filmati via ftp, dove vogliamo, quindi anche su server gratuiti.

Se siete interessati iscrivetevi al canale YouTube e cliccate sulla campanella, riceverete così una notifica non appena pubblico un nuovo video.

Caratteristiche e funzioni principali del kit di videosorveglianza poe Reolink

Reolink kit videosorveglianza ip poe con nvr e HDD
Reolink kit videosorveglianza ip poe con nvr e HDD

Le telecamere non sono wifi, vanno collegate con un cavo di rete all’nvr. La caratteristica fondamentale di un kit poe è la modalità di alimentazione delle telecamere. Il cavo che le collega all’nvr non serve solo per la trasmissione dei dati ma anche per alimentarle. Mi direte che nell’era del wifi i cavi sono obsoleti. Sicuri?

Il segnale di una telecamera wifi può essere manomesso con dispositivi chiamati jammer. Se siete interessati alla tematica, iscrivetevi al canale YouTube perchè prossimamente realizzerò un jammer casalingo con cui autosaboterò il mio impianto di videosorveglianza wifi. Inoltre se abbiamo un impianto wifi ed il ladro ci toglie la corrente di casa, il nostro bell’impianto di videosorveglianza va subito ko. Un kit come questo può invece essere collegato ad un UPS, un gruppo di continuità, che lo manterrà in funzione anche se la casa, l’azienda, il capannone, il negozio, lo studio medico, insomma, il luogo in cui lo abbiamo installato, rimane al buio.

L’nvr è l’elaboratore che si occupa di registrare su hard disk i video ripresi dalle telecamere e di mettere l’impianto online per permetterci di accedere alle registrazioni ovunque noi siamo nel mondo. Nell’nvr è montato un hard disk da 2 TB. La registrazione viene effettuata 24/24, 7 giorni su 7.  Questo specifico kit include due telecamere bullet e due telecamere dome.

Potete in alternativa acquistare un kit con solo telecamere dome o bullet. La telecamera bullet va fissata a pareti verticali, la dome al soffitto. Badate bene che bullet non significa PTZ: la possiamo quindi ruotare manualmente, ma non tramite app!! Le telecamera hanno una risoluzione di 5 MP, ben superiore alla risoluzione standard dei modelli in commercio di 1080p o, peggio, di 720p. Reolink propone anche modelli da 4k, una risoluzione eccezionale, a mio avviso non indispensabile, 5MP sono più che sufficienti, come vedremo, per videosorvegliare anche una banca

Il sistema include una app ed un software per pc. E’ possibile accedere al sistema anche tramite browser. Possiamo essere avvisati tramite email o notifica push sul nostro device quando viene rilevato un movimento. Dispone di 8 canali, quindi possiamo collegare in tutto otto telecamere. 

Il produttore vende anche singole telecamere ed nvr, così in caso di guasto o di obsolescenza possiamo sostituire singoli componenti del kit.

Contenuto della confezione

Nella confezione troviamo:

  • nvr;
  • due telecamere poe bullet;
  • due telecamere poe dome;
  • alimentatore per l’nvr;
  • cavo hdmi;
  • mouse usb;
  • guida cartacea, anche in italiano;
  • cavo di rete per collegare l’nvr al router;
  • 4 cavi di rete da 18 metri;
  • 4 coperchi impermeabili per il cavo di rete;
  • 4 adesivi per avvisare che l’area è videosorvegliata;
  • schema per forare la parete posizionando correttamente i tasselli;
  • viti e tasselli.

Caratteristiche costruttive del sistema di videosorveglianza Reolink

Cominciamo dalle telecamere. Entrambe sono IP66, quindi completamente protette dall’ingresso della polvere e contro getti o secchiate d’acqua. Entrambe hanno una risoluzione di 5MP. Montano il sensore di luminosità. Le telecamere sono in grado di registrare anche l’audio, con un apposito microfono. Sul retro di entrambe le telecamere troviamo uno sportellino con la porta per una scheda micro SD opzionale, non inclusa nella confezione. Entrambe montano 18 led infrarossi per la visione notturna, fino a 30 metri. L’angolo di visione, per entrambe, è di 80° in orizzontale e di 58° in verticale. Il formato di compressione dei video è H.264.

Passiamo all’NVR, il cuore dell’impianto. Supporta registrazioni video fino in 4k. Dispone di 8 canali poe. Comprende, già installato, un HDD da 2TB. Dispone di due porte USB, una davanti ed una dietro.

Troviamo il pulsante di accensione, la presa del cavo di alimentazione, uscita audio, porta HDMI, porta VGA, porta LAN, external SATA per poter eventualmente aggiungere un HDD esterno con capacità fino a 4TB, 8 porte POE RJ45.

L’ingombro è davvero contenuto: misura 26 cm di lunghezza, è alto 4,1 cm e profondo 23 cm.

Messa in funzione dell’impianto di videosorveglianza Reolink

Mettere in funzione l’impianto richiede pochi minuti, è semplicissimo, alla portata di tutti. Prima di installare le telecamere vi suggerisco di provare l’impianto. Così, nel caso ci fosse qualche guasto o malfunzionamento lo possiamo risolvere in maniera agevole.

  1. Colleghiamo l’nvr ad una porta del nostro router;
  2. colleghiamo l’nvr ad un monitor o tv (il monitor non è incluso nella confezione) con il cavo HDMI o VGA;
  3. Colleghiamo le telecamere alle porte POE dell’NVR;
  4. Colleghiamo l’NVR all’alimentazione e accendiamolo;
  5. Accediamo all’NVR: settaggi e opzioni del sistema.

A questo punto telecamere sono già operative. Ci compare un wizard dove andiamo a settare le impostazioni principali. Troviamo la lingua, non c’è l’italiano, io lascio in inglese. Dobbiamo scegliere una nostra password. Andiamo avanti. Impostiamo la risoluzione dello schermo. Il mio non arriva al 4k, imposto quindi 1920*1080. Impostiamo gli altri settaggi relativi a data ed ora. Andiamo avanti. Troviamo l’HDD integrato nell’NVR. Se non compare potrebbe esserci qualche problema hardware. Andiamo avanti.

In questa recensione vedremo gli aspetti principali del sistema, non mi soffermerò nello specifico di tutti i settaggi altrimenti il video durerebbe ore. Se siete interessati ad approfondire qualche aspetto in particolare, iscrivetevi al canale perchè farò dei video dedicati a specifiche funzioni, settaggi e dispositivi che possiamo acquistare a parte. Se vuoi che approfondisca qualcosa in particolare, scrivimi un commento sotto il video YouTube, se di interesse generale gli dedicherò un video. Da qui in poi possiamo lasciare le impostazioni standard che vediamo a video.

Come vedete non è richiesta nessuna competenza particolare per configurare il sistema. Troviamo le telecamere in un’unica schermata. Le telecamere dome vanno installate sul soffitto, quindi è normale che l’immagine sia ribaltata. Ho installato alla buona due telecamere, una dome nel portico ed una bullet in giardino. Badate bene che è un’installazione provvisoria, non definitiva, non ho ancora posato i cavi di rete. Tengo le altre due in casa, da usare per i vari test e spiegazioni. Click col pulsante destro e appare in basso il menù generale. Stiamo usando solo 4 degli 8 canali disponibili, quindi passiamo alla visualizzazione a 4 schermi. Come vedete nel riquadro più in alto a sinistra non viene visualizzato nessuno schermo . Torniamo nella visualizzazione a 8 schermi e trasciniamo la camera 5 nel riquadro nero in alto a sinista. Torniamo nella modalità a 4 schermi ed ora è tutto ok.

Se vogliamo tornare al wizard per la configurazione iniziale clicchiamo il simbolo in basso a destra. Cliccando sulla casa andiamo a tutte le funzioni e impostazioni. Nella prima scheda troviamo tutte le telecamere con il relativo indirizzo ip. In display possiamo settare diverse impostazioni per ogni telecamera. In Recording settiamo le impostazioni relative alle riprese. Selezioniamo il canale, quindi la telecamera per cui le vogliamo editare. Possiamo impostare ad esempio la risoluzione, vi suggerisco di lasciare la massima, ed i frame per secondo, 30 vanno benissimo. Possiamo programmare giorni ed orari in cui effettuare le registrazioni. Se è tutto blu, verrà registrato 7 giorni su 7, 24 ore su 24. None, bianco, significa che non devono essere salvate le registrazioni, facciamo una prova.

Poniamo caso che negli orari notturni vogliamo registrare ininterrottamente, diciamo dalle 18:00 alle 7:00, facciamo in questo modo: normal. Negli altri orari siamo fuori casa e vogliamo registrare solo se viene rilevato un movimento, facciamo così: motion. Apply. Possiamo fare lo stesso per gli altri canali, o impostarli come preferiamo.

In Search possiamo cercare e visualizzare le registrazioni. Selezioniamo il canale che ci interessa, io lascio tutte e 4 le telecamere. Visualizziamo le registrazioni di oggi. Clicchiamo Play. Troviamo in basso la timeline. Possiamo posizionarci su un orario specifico e visualizzare le registrazioni delle telecamere che abbiamo selezionato. Click con il pulsante destro del mouse ed Exit per uscire.

In Network troviamo diverse impostazioni avanzate, anche da questo capiamo che si tratta di un prodotto di qualità. Non ho il tempo in questa sede di spiegarvele tutte, tornerò sicuramente sull’argomento in successivi video.

La funzione alarm è degna di nota già in questa sede. Quando la telecamera rileva un movimento veniamo avvisati. Vediamo le opzioni. Selezioniamo anzitutto il canale su cui vogliamo lavorare. Selezioniamo il 2, la telecamera in giardino. In motion detection posso evidenziare le aree che verranno analizzate per rilevare il movimento. Qui stendiamo i panni, quando c’è vento potrebbero muoversi e dare falsi allarmi. Eliminiamo la sezione e salviamo. Possiamo anche impostare un livello di tolleranza. Il movimento di una farfalla, per esempio, non deve far scattare nessun allarme. In Schedule possiamo impostare giorni ed orari in cui attivare la funzione di allarme. Lasciamo 24/24 ore, 7/7 giorni. In action definiamo come vogliamo essere avvisati. Con una notifica acustica emessa dal monitor collegato all’NVR, tramite mail o una notifica push sul nostro device. Per quanto riguarda quest’ultima opzione dovremo aver scaricato ed attivato la app Reolink.

In device troviamo informazioni relative all’HDD, tra cui lo spazio libero. In System possiamo editare alcune opzioni che abbiamo settato nel wizard iniziale e possiamo abilitare nuovi utenti ad accedere al sistema come ospiti o amministratori. In manutenzione possiamo impostare un riavvio automatico ed altre azioni. Possiamo infine bloccare, spegnere o riavviare il sistema.

TEST: riprese diurne, riprese notturne, angolo di visione, zoom, rilevamento del movimento

E’ finalmente giunto il momento di testare il nostro impianto. Ho impostato le telecamere per registrare alla massima risoluzione, di 2560*1920. Sul mio schermo i video che vedete nel video vengono riprodotti con una risoluzione di 1920*1080, quindi ad una qualità decisamente inferiore.

Nel video abbiamo pubblicato alcuni esempi di registrazioni in real time. Il livello di definizione è molto buono ed anche l’angolo è abbastanza ampio per garantire un buona buona visione laterale. Mi sono posizionato ad una distanza di 12m dalla telecamera, ingrandiamo e vediamo che sgrana poco, i lineamenti del volto sono riconoscibili. Anche in questo caso tuttavia non potete apprezzare appieno la qualità delle immagini perchè la maggioranza dei nostri schermi non arriva ad una risoluzione di 5 MP e, inoltre, caricando il video su YouTube perde parecchio in definizione .Per apprezzarla appieno dovreste passare da casa mia portando con voi uno schermo da almeno 5 MP.

Anche di notte la luminosità è buona e viene garantito un buon livello di dettaglio delle immagini.

Abbiamo testato il microfono parlando alla telecamera esterna, la mia voce era chiara e comprensibile.

La funzione di rilevamento è molto buona. Quando viene rilevato un movimento vengo avvisato con una notifica push sul mio smartphone e l’nvr emette un bip. Ho provato ad andare prima davanti alla telecamera sotto il portico e poi davanti a quella in giardino, per vedere cosa succede. Sono stato subito individuato: in entrambi i casi la notifica è stata fulminea. E’ un’ottima funzione, e su questo modello funziona bene, ma va settata con molta accuratezza e non sempre è possibile utilizzarla. Molto dipende dal campo visivo della telecamera e da cosa è destinata a riprendere. Appena riesco registro un apposito video tutorial, se ti interessa iscriviti al canale e clicca sulla campanella. Vi ricordo inoltre che questa funzione non sarà mai affidabile quanto un buon impianto antifurto.

La app, il software per pc e l’accesso tramite browser

I prodotti Reolink dispongono di una app completa, perfettamente funzionante e costantemente aggiornata. Potete scaricarla nell’app store, si chiama Reolink. L’ho provata sia su Android sia su Ios Apple ed in entrambi i casi è risultata perfettamente funzionante.

L’associazione con l’NVR è semplicissima, abbiamo due possibilità:

1 – Colleghiamo lo smartphone alla stessa rete wifi a cui è collegato l’nvr. Verrà così individuato in automatico;

2 – inquadriamo il QR code presente sull’nvr.

Vediamo ora le funzioni principali della app. In home page visualizziamo le riprese in tempo reale delle telecamere. Possiamo visualizzarle tutte in una stessa schermata. Abbiamo la possibilità di scattare foto e di registrare video che vengono salvati in locale e che possiamo comodamente condividere con whatsapp, email, o con la app che preferiamo.

Il menù sulla sinistra ci permette di rimanere in contatto con la casa produttrice, troviamo diverse sezioni interessanti, tra cui lo store online, la possibilità di condividere video singolari e curiosi con la possibilità di vincere dei premi ed il centro di supporto. Molto interessante la possibilità di registrare il nostro dispositivo per beneficiare di 2 anni di garanzia + altri 6 mesi extra.

In album troviamo foto e video che abbiamo salvato in locale. Possiamo settare diverse impostazioni del sistema. Per visualizzare le registrazioni torniamo nella diretta streaming. Clicchiamo sul pulsante riproduzione. Selezioniamo la telecamera che ci interessa, il giorno e la fascia oraria del momento che vogliamo riprodurre. Avviamo la riproduzione, che possiamo velocizzare. Possiamo scaricare e salvare sul nostro device sezioni di filmato, che possiamo comodamente condividere. Possiamo accedere al sistema anche tramite browser. Per farlo dobbiamo recuperare l’indirizzo ip dell’NVR. Possiamo recuperarlo in diversi modi, tra cui attraverso il monitor che abbiamo collegato all’nvr. Andiamo in Network. L’indirizzo che ci interessa è l’IP ADDRESS. Digitiamolo nel browser, inseriamo username e password e abbiamo accesso al sistema. Possiamo infine collegarci all’nvr tramite software da installare su pc. Lo possiamo scaricare all’indirizzo https://reolink.com/software-and-manual/

Le funzionalità dell’accesso via web e tramite software sono analoghe a quelle che abbiamo visto collegandoci direttamente all’nvr con un monitor.

Conclusioni

In conclusione abbiamo parlato di un impianto di videosorveglianza professionale, di ottima qualità.

La configurazione e l’installazione sono semplici, alla portata di tutti. La posa dei cavi risulta particolarmente agevole se disponiamo della predisposizione degli impianti, altrimenti lo possiamo comunque installare con un lavoro di fai da te.

L’impianto è a prova di manomissione, perchè utilizza i cavi anzichè il segnale wifi. Consiglio di integrarlo con un UPS.

Nel kit troviamo tutto l’occorrente per essere subito operativi, l’HDD ha elevata capacità di memoria.

L’NVR ha 8 porte poe, possiamo quindi aggiungere fino a 4 ulteriori telecamere opzionali.

Le telecamere hanno una risoluzione eccezionale, di 5MP, e sono progettate per resistere agli elementi atmosferici.

I led infrarossi garantiscono un ottimo livello di dettaglio delle immagini e di visibilità, anche di notte.

Le telecamere sono in grado di registrare l’audio, cosa non comune in prodotti di altre marche.

Possiamo accedere all’impianto ovunque noi siamo tramite app, da browser o con un apposito software per pc.

L’impianto dispone di un sistema di rilevazione e di notifica del movimento .

I settaggi e le possibilità di configurazione sono davvero numerosi, e lo rendono un ottimo strumento anche per chi ha esigenze particolari.

Nel sito web di Reolink è presente una sezione di supporto ben documentata con FAQ, guide e soluzioni ai problemi più comuni.

Tornerò ad affrontare l’argomento della sicurezza e della videosorveglianza con ulteriori video. In particolare, sto lavorando ad una scaccialadri 2.0 domotica, un metodo poco ortodosso ma efficace e originale per allontanare eventuali intrusi dalla nostra proprietà. 

Se sei interessato alla tematica puoi iscriverti al canale, cliccando anche la campanella per ricevere le notifiche.